UX e Web Development

UX: 3 tools per tracciare i feedback degli utenti

Sempre di più, il web ci mette a disposizione strumenti per la raccolta di dati degli utenti, tutto comodamente online.

Ma quanti di questi tool sono utili a migliorare l’esperienza utente, oltre al classico Google Analytics?

Chi si trova in una fase di early stage e ha un minimo di cognizione di come leggere i dati, ha anche bisogno di tracciare alcuni aspetti del comportamento utente che non si evincono dal semplice pannello di Analytics.

Ho quindi raccolto questi 3 tool online che ti consiglio caldamente di usare per condurre il tracciamento degli utenti senza grossi sforzi sulle tue interfacce o sui tuoi siti web.

Hotjar

Se anche Google Analytics permette di avere delle heatmaps (molto semplificate) HotJar va ben oltre come funzionalità e permette addirittura di riconoscere gli utenti e registrare tutto ciò che fanno in ogni sessione.

Sarà infatti possibile, oltre ad avere delle heatmap dettagliate di ogni pagina del nostro sito, utente per utente, anche registrare le singole sessioni come se fossero riprese da una Desktop cam dal vivo. Il massimo se si vuole capire se le nostre interfacce funzionano oppure gli utenti incontrano dei problemi.

Risultati immagini per hotjar

Link: Hotjar

 

Woopra

Immagina di aprire un pannello tipo quello di Google Analytics, solo che invece del grafico visite hai la lista di tutte le
persone che hanno visitato il tuo sito, con tanto di scheda personale: Nome e Cognome, email, tutte le sessioni che ha effettuato sul sito e cosa ha fatto in ogni visita.
Beh, penso proprio che per un e-commerce, sia il massimo no?
Woopra si installa con un semplice codice nella head del documento, e udite udite… è freemium!
Ha chiaramente anche una versione pro con caratteristiche avanzate. Non aggiungo altro, corri ad installarlo.

Link: Woopra

Feng GUI (heatmap testing)

Se hai bisogno invece di testare i tuoi visual velocemente, prima di mettere live un interfaccia, uno dei migliori servizi online è senza dubbio Feng GUI.

Il servizio ti permetterà di dirottare al tuo indirizzo (live o test) un numero di utenti tester a tua scelta e capire, dalle heatmaps quanto quell’impostazione visuale viene compresa e percepita dall’utente in base all’eye tracking.
Dei tre tool trattati in questo articolo, quest’ultimo non ha soluzioni free, se non per la trial di un’indirizzo su pochi utenti tester, ma si tratta di uno strumento molto molto valido, che vale ciò che costa. Happy testing 😉

Link: Feng GUI

Comments

comments

Share on Facebook Share on Google+ Tweet about this on Twitter Share on LinkedIn